U.S. BO.CA. Junior 2016/2017

U.S. BO.CA. Junior 2016/2017
ROSA CAMPIONATO CSI BASSO VICENTINO 2016/2017

martedì 18 marzo 2008

"Dagli altri campi..."

Real San Piero - Crespadoro 2-2

Cari Seguidores, buon inizio settimana.
Innanzitutto, porgo le mie scuse per il ritardo con cui ho inserito questo post, ma il week-end è stato fitto di avvenimenti.

Iniziamo parlando della grande partita di Venerdì al campo parrocchiale di San Pietro. In palio c’era la vetta della classifica e la prestazione delle due fazioni è stata all’altezza della sfida. A dirigere la partita c’era la terna arbitrale. Gli spalti erano gremiti da tifosi di entrambe le squadre, accorsi numerosi per assistere all’importante gara. Subito dopo il fischio di inizio, gli antagonisti mettono in chiaro che l’intenzione è di vendere cara la pelle. Il Real al gran completo inizia subito a dirigere la musica spingendo di potenza il Crespadoro nella propria metà campo costringendolo a continui falli tattici per spezzare il ritmo di gioco tenuto alto dai nostri ragazzi. Il gioco, viene tenuto in mano dal Real che deve però fare i conti con una difesa agguerrita. Non riusciamo infatti a filtrare attraverso le fitte maglie difensive, ma sono molti i tiri diretti in porta che vengono comunque fermati dal portiere avversario. Nei primi dieci minuti, le due squadre si studiano molto anche se il Real mostra più determinazione. La paura di commettere errori c’è, la partita è importante, perciò si gioca coperti. Purtroppo intorno al quindicesimo, un’errore difensivo consente all’attaccante avversario di giocare bene un pallone arrivato dalle sue parti e, portatosi al lato destro della porta, scaglia un bel diagonale che batte il nostro Cengio che non ci arriva per un pelo. Delusione sugli spalti ma non demoralizzazione. Il tifo continua sfrenato e i nostri si riprendono subito continuando a bombardare le retrovie del Crespadoro. Moltissime le occasioni da gol con sortite anche di Diego e del resto della difesa. Ma non si riesce a realizzare. Da segnalare una bellissima punizione battuta poco fuori dal limite dell’area avversaria dal nostro Chicco che ci fa sentire il suono della traversa. Ma intorno al venticinquesimo proprio Chicco riesce a piazzare il pallone alle spalle del portiere avversario con un gran gioco di finezza che dimostra la lucidità e la freddezza con le quali il nostro giocatore gestisce la gara. Esultanza della squadra e dei tifosi. Ora la partita è riaperta. Finisce intanto il primo tempo e le squadre si ritirano negli spogliatoi coscienti del fatto che il secondo tempo dovrà designare il vincitore. Durante l’intervallo, il chiosco viene preso d’assalto dai tifosi che devono placare la propria sete. L’inizio del secondo tempo, mostra le due squadre grintose e decise come il primo tempo. E’ sempre il Real a dare il ritmo di gioco, mentre il Crespadoro gioca con molti lanci lunghi e diversi falli tattici. Verso il quindicesimo del secondo tempo, durante una delle poche mischie nella nostra area, il pallone filtra attraverso diverse paia di gambe e finisce sul tacco dello stesso attaccante che ha portato il Crespadoro in vantaggio per la prima volta, battendo di nuovo Cengio. Un gol di fortuna che però nel calcio ci sta. Niente paura! I nostri non si abbattono tanto facilmente. Neanche dieci minuti dopo, infatti, con un elegante stop di petto e una bellissima girata al volo, il nostro Marco “Butra” Posenato, ci riporta in parità, strappando inoltre un’ovazione da parte di tutto il pubblico. La partita continua con un Real sempre sbilanciato coraggiosamente in avanti, ma non ci sono altre conclusioni. Finisce così una partita importante, con un pareggio che va bene sia a noi che agli avversari. Da segnalare come nel calcio qualche errore arbitrale di troppo e un po’ di sfortuna, possono cambiare radicalmente una partita. Comunque, al termine della partita ci siamo trovati tutti al chiosco e la festa è stata, come sempre REALE.
Mancano tre partite oltre al riposo della prossima settimana, al termine del campionato. Non siamo ancora al sicuro, ma siamo sempre un passo avanti. Pertanto cerchiamo di allungarlo un po’ di più.



Uomo SKY: Chicco, determinante nelle conclusioni.

Tutta la squadra comunque merita un bel 9 per la condotta di una partita così delicata.


FORZA REAL!!!

Vorrei parlare anche della bellissima festa di Sabato sera. Abbiamo festeggiato la nascita dei nuovi tre piccoli tifosi: Viola, Pietro e Gioele. La festa è stata resa speciale grazie alla presenza di tutti quelli che erano stati invitati. Penso inoltre di poter parlare anche per gli altri due papà dei festeggiati, ringraziando di cuore coloro che ci hanno aiutato nell’organizzazione di questa festa: il cuoco della porchetta Ivano ed il suo aiutante Gibo; i QuartodiLuna Gatto, Penthouse, Fulmine, Leo; ma in modo particolare ringraziamo i ragazzi del BUNKER BEER Enrico, Eio, Momo, Icio, Singi.
Le foto di sabato sono state pubblicate nell’album “Photogallery” e verranno integrate da altre non appena perverranno in redazione.
Adesso saluto tutti, ricordando che questa settimana il Real sarà a riposo ma tutti i giocatori sono invitati a partecipare comunque agli allenamenti.

E di nuovo…FORZA REAL!!


Lonigo-Spessa 2 - 0 (Negretto,Bari)


La formazione del Lonigo sta mettendo in archivio il brutto periodo dell'andata con un altra vittoria sull'ostico Spessa.
Campo parrocchiale di Madonna, dove in questa stagione i Leoniceni sono costretti a giocare per inutilizzo dello storico S.Marina per ragioni inerenti lo Speedway.
E sì, cari ragazzi, perchè anche in questa mite ma umida serata, l'undici di Percali ha strappato 3 bei preziosi punti ai vicini di casa dello Spessa, appunto, dove militano volti noti, di estrazione leonicena.
Forza Leoni, allora, come dice l'eclettico (ed elettrico) Damiano!
Forza Leoni, perchè questo girone di ritorno, ci porta in alto (piano, piano) senza mai subire una sconfitta, e pareggiando solo 2 volte!!!
Molto bene ragazzi!
Andiamo al resoconto della cronaca.
Il Lonigo scende in campo in maglia verde, rispolverata dopo un po', in totale e completo assetto tattico. E si nota subito, visto la presenza di quasi tutti i giocatori, che nessuno stavolta vuole perdere!! Salva e Manci, strabordanti di grinta, ne sono stati esempio!!
Centrocampo e difesa d'esperienza e avanguardia, avanguardistica, con i tre nostri giovani Matteo,Andrea e Marco. Marco Volpato, ovviamente.
Il Lonigo spinge e trova il vantaggio grazie ad un perfetto colpo di testa di Mauro, che gonfia la rete alle spalle di un incolpevole portiere spessino, anche se non era la prima volta che si sfiorava il goal!
Ed al 25 del primo tempo, lo Spessa perdeva un forte giocatore per fallo da tergo ad ultimo uomo, lasciando gli avversari con un uomo in meno.
E si chiudeva così il primo tempo, non privo di emozioni e sopratutto di evidenti falli (tattici) della squadra opposta, che in qualche maniera (porco ortodossa) ostacolava la grinta dei nostri eroi (finalmente sono riuscito ed inserire sta parola. è un'ora che scrivo per trovare il posto)!
Il secondo tempo, che nella carta doveva essere più "semplice" per il Lonigo, visto la mancanza di un giocatore nello Spessa, risulta essere più difficoltoso del previsto. I locali soffrono un po', ma nonostante tutto il portierone Denis (maledetti i suoi "dai butei!") non tocca quasi mai palla.
La panchina si muove ed il magnanimo Perca, sotto lo sguardo attonito di tutti, cambia i giocatori (con l'eccezione di Stefano Lunardi, unico vero giocatore in casa, ma si sa che nessuno è profeta in casa, e questa frase non c'entra nulla su quello che sto dicendo), dando a tutti, certamente di farsi la doccia, ma sopratutto di essere protagonisti di questa vittoria che sta per arrivare.
Difatti, al 30', dopo un cross da destra che attraversa area e gambe di terzini e attaccanti, arriva al centrocampista Max Bari (giocate il due secco sulla sua ruota domani) che di collo pieno sancisce vittoria e leggenda sugli uomini granitici e di poche parole! 2 a 0! Molto bene,molto, molto bene direbbe Dan Peterson! O Galeazzi. O io che questa sera, promosso in campo, facevo da guardialinee (non capisco chi si arrabbia se rimane in panchina: ma lo sapevate che io un mese fa ero titolare in porta?) Vabbè, dai, l'importante è vincere e sopratutto partecipare. Tra l'altro potevamo portarci a casa ancora un altro goal, con la coppia Lele-Lele, su aperture del liftato Manega (ma è bello così di suo?), ma ci si accontenta lo stesso dell'ottimo risultato.
La squadra è soddisfatta, il mister pure, e domani (ma non per tutti), è sabato, e ci si rilassa.
Complimenti a tutti, bravi ragazzi, bravo Lonigo. Ed un bravo anche allo Spessa, ed ai loro atleti!!
Il dopo partita si chiude con una pizza in compagnia, tanto per restare ancora tutti insieme e festeggiare ancora la bella serata!
Io invece (causa dieta) sono corso a casa per vedere quel che restava della puntata dei "I Cesaroni", non tanto per la Fiction,ma per imparare un po' di romanesco, per capì che (permettetemelo) cazzo se dicono Lele Lancia ed Er Patata Sandro detto "er iellatore", quando giocano in campo.
Approposito, stasera insieme ad Amendola, recitava pure Ciccio Totti, e tutti gli zozzoni della Roma! (zozzoni per modo de dì)!

Allora: martedì allenamenti, mercoledì petto di pollo, giovedì Jokka e venerdì che è Santo, come il nostro mister, non si gioca ma ci si allena, e si va direttamente al Lunedì 31 Marzo in trasferta col Montorso-S.Zeno, per la prossima di campionato.
Buon weekend e, anticipatamente, buona e lieta Pasqua, a tutti voi, arbitri e guardalinee compresi!

Giampe.

Nessun commento: